TICINO BY NIGHT APRILE 2016

P4212023

REPORT DI LEO
Il mio primo Ticino in notturna é nato cosi.. Da un giorno coll’altro.. Complice la mancanza del nostro super ed inflessibile allenatore..il Nonno.. E la voglia di tutti di variare un po.. La nostra abituale sfacchinata del Giovedì sera, abbiamo organizzato una discesa sul Ticino al chiaro di luna.
Imbarco nel canale dalla sede del KTT e sbarco sotto il ponte di Turbigo. Si parte alle 20.15.. Andrea il maresciallo, va a bagno al regresso, un posto che mette sempre un po di ansia, il suo primo e ultimo bagno della serata.. Grande. Poi tocca all’ altro Andrea poco più avanti durante uno sbarco svizzero..con susseguente show dei big.. Nello svuotamento in acqua, della “leggerissima 88” . Si riparte e tutto fila liscio.. Tranne la magica Friz che nel tentativo di illuminarci la via, con la sua torcia frontale, ci acceca tutti uno dopo l’altro. Come punizione Marcello la manda a perforare un onda alta almeno 2 mt. Nella prima rapida che incontriamo. Pagaiare al buio con una debole luna che si riflette sul Ticino é una sensazione bellissima e rilassante. Claudia intanto é super eccitata per la sua prima discesa con la sua nuova fiammante 77 gialla con interni Rossi.. Che festeggiamo con un aperitivo improvvisato in una spiaggetta con birre patatine e tante risate. Si riparte un po annebbiati e distratti tanto da far ribaltare Leo e Gianlu in un onda e relativo buco visti un po in ritardo.. Entrambi sfoderano un bel eskimo e si prosegue .. Fino allo sbarco al ponte di Turbigo avvenuto alle 22.40. Insomma non so per gli altri che ne avranno fatte gia tante.. Ma io lo ricorderò il mio Primo Ticino By Night. Grazie a tutti i miei carissimi compagni del KTT.. !!
Leo

report di andrea

Prima discesa notturna del Ticino e prima uscita in fiume del 2016, che figata!
Dunque, buoni propositi: 1) divertirsi, 2) non fare troppi bagni (anche la temperatura non è ancora estiva…) risultato? Proposito 1 pienamente raggiunto, proposito 2…ehm altra domanda?
Salgo in canoa, un bell’imbarco dal lavatoio, in canoa mi sento bene, forse l’ho settata un po lunga ma fa niente, il prima tratto in controcorrente va meglio del previsto, la 88 perdona molto e mi agevola, provo a dare pancia e sento bene la canoa, tutto fa presupporre una bella serata fino a quando arriviamo alle chiuse. La corre non è fortissima ma é la prima lingua di corrente che trovo dall’autunno scorso…vabbè Andrea, mi dico, punta a monte, pancia a destra, peso avanti e ai passa come hanno fatto tutti…si, come no, non arrive neanche a metà che già sono sottosopra, ma porca….Sant eskimo non lo invoco neanche, sarebbe inutile, esco dalla canoa e con tutti che mi danno una mano torno a riva, trasbordo e poi via si torna in canoa. Da lì in avanti inizia il divertimento, San Ticino mi grazia un po di volte e fino all’arrivo riesco a stare sopra alla canoa e non sotto (ed è una bella differenza). Il mio ego viene un po’ rinfrancato dal fatto che altri si immergono, almeno non sono l’unico pollo…
Pagaiare al chiaro di luna é una figata, non si vede tutto ma quanto basta a non schiantarsi, certo se Fede evitasse di accecarci tutti nei passaggi un po più elaborati sarebbe anche meglio ma lei é così, sempre disposta a dare una mano…
A tre quarti di viaggio ci attacchiamo e via di patatine e birra, ah la sana alimentazione degli sportivi hihihi.
Si riparte, ultime rapidelle, un.lo di adrenalina, il tempo per qualcuno di fare un ultimo tuffo, ma Sant’Eskimo risolve tutto, e poi si sbarca.
Il viaggio di ritorno é da guinnes dei record (come abbiamo fatto a starci tutti in macchina??) ma qualcuno guarda giù e per fortuna non ci sono sbirri nei paraggi o forse si…vabbè non arriva nessuna multa che é tutto bene.
Ultime risate, una pacca sulle spalle a tutti e ci si vede presto.
Mentre torno a casa il nervoso per il tuffo da pirla brucia ancora…ma tutto il resto è stato una figata e allora…sti c@@@ buona la prima!

andrea

 

 

About Marcello